Covid-19: la proposta del CoReSa per implementare la formazione dei volontari

I volontari della associazioni aderenti al CoReSa sono stati e restano impegnati giornalmente per l’emergenza Coronavirus; in questo spirito di solidarietà e aiuto costante ai malati, stanno portando concretamente avanti sia il servizio di trasporto sanitario in favore dei soggetti emodializzati sia l’attività di trasporto di malati e infortunati che hanno bisogno di essere trasferiti con urgenza in ospedale, con il servizio di supporto al servizio emergenza-urgenza 118, attraverso gli interventi in Eccedenza.

In questo senso, sono state presentate delle proposte per adeguare la formazione del personale volontario, già in possesso dell’attestato di I e II livello (previsto dalle linee guida e protocollo formativo DASOE dell’Assessorato Regionale alla Salute).

In particolare è stato proposto un addestramento di 8 ore sulle tecniche di difesa N.B.C.R. (Nucleare – Biologico – Chimico – Radiologico), con particolare riferimento al biologico, e sui DPI, Dispositivi di Protezione Individuale, che prevede anche una parte dedicata alle tecniche di vestizione.

Ad oggi, purtroppo, nonostante un primo approccio telefonico, tale iniziativa non ha trovato riscontro, pur essendo già stata comunicata al DASOE da più di una settimana.

Ricordiamo inoltre che l’addestramento non comporterebbe alcuna spesa per l’Assessorato, in quanto sarà cura dell’Ente-Coordinamento organizzare l’addestramento.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *